““Palavras ao vento,

Dores do momento,

Amores, obsoletos,

Mentiras, por medo,

Adeus, por desespero.”

Tristeza por saudade”

Annunci

hey nenem…

“Sei tu, l’unico per me
Non c’è niente di simile
Un giorno sei entrato nei miei sogni
E hai reso tutto possibile
E ho imparato tra sogni e realtà imprevedibili
Che l’amore esiste anche di là dei nostri limiti
Sei tutto quello che voglio
Anzi sei molto di più
E a quanti dei miei problemi
La soluzione sei tu
Vorrei che fosse per sempre
Come una favola
A cui non crede nessuno
Soltanto io e te
C’è sempre una strada sai
Davanti a noi
Attraversando spirali di un mondo in disordine
Puoi inventarne un’altra se vuoi
Finché vedrò le api che si posano sui fiori
Mentre le nuove disegnano il cielo
Ovunque andrai io ci sarò perché
Perché è di me che hai bisogno
Ed io ho bisogno di te
Perché siamo parte di un sono
Perché è tutto quello che c’è
E sarà sempre per noi
Come una favola
Stringimi forte perché
Ti farò girare girare girare volare
E splenderemo per sempre
Milioni di anni luce come pianeti
Oltre la gente oltre l’invidia
Di chi questo mai avrà
E splenderemo per sempre
Sei tutto quello che voglio
Tu sei molto di più
E ai miei perché
La risposta sie tu
Vorrei che fosse per sempre
Come una favola
Come una favola
E girare girare e volare
Una vita si può raccontare
Come una favola
Come una favola.”

Ci sono cicatrici.

Ci sono quelle tatuate sulla pelle. Ti ricordano per sempre qualcosa che ha un significato speciale, un’emozione, un ricordo, un dolore, una conquista, un viaggio, una speranza, una promessa. Qualsiasi cosa tu abbia inciso sulla tua carne, non puoi non ricordare quanto hai sanguinato, quanto hai stretto i denti, per osservare infine realizzato quello che ai tuoi occhi è un piccolo, grande capolavoro. Perché è un pezzetto minuscolo ma indelebile della tua vita, che porti stretto con te e che nessuno può strapparti.

Ci sono le cicatrici tatuate nell’anima. Sono quelle invisibili, quelle di cui si accorgono solo gli animi più sensibili, quelle che talvolta, senza che nessuno se ne accorga, riprendono a sanguinare. Tu, solo tu, puoi sentire il bruciore della carne che si riapre, le gocce che riprendono a cadere, a colorare di rosso il pavimento della tua vita. Le guardi, sperando che presto finisca tutto, che sia solo l’ennesimo incubo.

Ho amato le tue cicatrici colorate perché erano parte di te, perché non c’era nulla che ti appartenesse che non amassi come la mia stessa vita. Accarezzandole, accarezzavo la tua fragilità e la tua forza, il tuo passato e il tuo presente.

E con quanto dolore ho ammesso a me stessa che le mie cicatrici, quelle, tu non le hai toccate affatto, nemmeno per un attimo. Non c’era carezza sulla mia pelle che abbia anche solo sfiorato quello che tenevo celato in fondo al cuore.

“Tutto passa”. No. Una cicatrice resta.

You move like I want to
To see like your eyes do
We are downstairs where
No one can see
New life breakaway

Tonight I feel like more
Tonight I

You make the water warm
You taste foreign
And I know you can see
The cord breakaway

Cause tonight I feel like more
Tonight I feel like more
Feel like more

You breathed
Then you stopped
I breathed then dried you off

And tonight
I feel like more
Tonight